Libro-Alberto-Castagna-La-mano-sul-cuore.jpg
 

La mano sul cuore

Autore: 

Alberto Castagna

Editore: 

Mondadori

Anno: 

1999

Traduttore: 

Numero Pagina: 

33

Sono in una bara di ghiaccio.
Disteso, anestetizzato, immobilizzato su un tavolo operatorio.
Mi recidono le arterie e le arterie vengono collegate a una macchina. Il mio sangue circolerà fuori dal corpo. E la macchina lo raffredderà. Lentamente, con progressione matematica. La temperatura scenderà di due gradi al minuto; 36, 34, 32, 30, 28..14 gradi.
Ibernato, per proteggere il cervello.
Borse di ghiaccio vengono premute attorno alla mia testa.
Un corpo umano può rimanere in questo stato- temperatura 14,13 gradi - al massimo per 48 minuti.
Il mio ci rimane 38.
Naufragio nei gelidi Mari del Nord. altro che tepore di Sabaudia.
Dieci minuti. Solo 10 minuti tra me e la morte.
Quando si può far riaffluire al cervello, il sangue viene riscaldato gradualmente.

Ritratto di Paolo Dompè

Alberto Castagna è nato a Castiglion Fiorentino il 23 dicembre 1945 ed è morto a Roma il 1 marzo 2005