La morte e l'amore
 

La morte e l'amore

Autore: 

Fabio Tombari

Editore: 

A. Mondadori

Anno: 

1931

Numero Pagina: 

93

Giuliana indispettita si chiedeva quali orribili gusti avessero gli uomini ; e lo chiedeva ad Antonio.
- Dimmi tu, Antonio, quali sono le donne che piacciono.
E a Cesarino si mostrava più allegra che mai.
Ma a Cesarino poco importava. Stava dalla mattina ala sera dentro lo spaccio tabacchi e fumava. Non gli importava il tennis, non l’interessavano i bagni né lo zolfo, più niente : che lo lasciassero fumare dentro lo spaccio tabacchi.
- Ma perché non prende un po’ di sole anche lei : non vede come è bianco ? Guardi Antonio che bel moretto - gli diceva Giuliana.
Cesarino sapeva già : con Antonio non poteva competere. Tutte le donne della spiaggia guardavano Antonio, e soprattutto le tedesche ; ma a lui non importava un bel niente, non importava nulla.
Che lo lasciassero fumare dentro lo spaccio di sali e tabacchi : oh!