LA Testa Perduta Di Damasceno Monteiro
 

LA Testa Perduta Di Damasceno Monteiro

Autore: 

Antonio Tabucchi

Editore: 

feltrinelli economica

Anno: 

1999

Numero Pagina: 

107

Il tono popolare era dato dai davanzali fioriti di gerani, che forse erano all'origine del nome, e l'eleganza dei negozi di gioiellieri con ricchissime vetrine. Firmino si era dimenticato di portare con sè la sua guida, il che in fondo gli dispiacque. Pazienza, l'avrebbe letta dopo. Il portone era maestoso, ma certo aveva conosciuto tempi migliori, un portone di quercia chiodato, che forse risaliva al XVIII secolo. Era spalancato per lasciare entrare le automobili, perchè nel cortiletto in fondo c'era spazio per parcheggiare. cercò sulla targa il nome dell'avvocato Mello Sequiera, ma non lo trovò. Entrò nell'atrio con perplessità. C'era una portiera.Sedeva in una guardiola a vetri e stava facendo lavorando a maglia.

Ritratto di Paloma

Bello Smile

Pagine