L'amore molesto
 

L'amore molesto

Autore: 

Elena Ferrante

Editore: 

Edizioni e/o

Numero Pagina: 

87

La funicolare si fermò oscillando, vidi che la ragazza si spostava verso l’uscita quasi di corsa. Caserta, come se le fosse incollato, la seguì a reni inarcate e gambe larghe, tra lo stupore e qualche risata nervosa dei suoi compagni di viaggio. La giovane balzò fuori dal vagone. Il vecchio esitò un attimo, si ricompose e sollevò lo sguardo. Credetti che lo facesse richiamato dai colpi ormai frenetici di Polledro. Invece, come se avesse sempre saputo il punto preciso in cui mi trovavo, mi individuò subito tra la folla, che ormai se lo indicava tra brusii di disapprovazione, e mi rivolse uno sguardo allegramente ammiccante, per darmi ad intendere che la pantomima cui si stava dedicando mi riguardava. Quindi bruscamente scivolò fuori dalla carrozza al modo di un attore ribelle che ha deciso di non seguire più il copione.