L'Anello di Salomone
 

L'Anello di Salomone

Autore: 

Jonathan Stroud

Editore: 

Salani

Anno: 

2011

Traduttore: 

Riccardo Cravero

Numero Pagina: 

63

[...] era un passaggio portatile per l'Altro Luogo, attraverso cui si poteva richiamare un numero quasi illimitato di spiriti.*

[piè di pagina]
* Oltre a tutto ciò, si diceva che l'Anello proteggesse Salomone dagli attacchi magici, gli conferisse uno straordinario fascino personale (il che forse spiegava tutte quelle mogli che ingombravano il palazzo) e gli permettesse di capire la lingua degli uccelli e degli animali. Niente male, insomma, anche se l'ultima cosa non è che serva poi quanto uno magari potrebbe credere, perchè gira gira i discorsi delle bestie tendono a vertere su: Angel l'interminabile ricerca del cibo, (b) trovare un cespuglio asciutto per la notte, e (c) lo sporadico soddisfacimento di certe ghiandole. ** Elementi quali umorismo, poeticità e nobiltà d'animo sono spiccamente assenti. Per trovarli, devi salire almeno fino ai jinn di medio livello.

** Molti obietterebbero che in fondo anche i discorsi degli umani si riducano a questo.