le città invisibili calvino.jpg
 

Le città invisibili

Autore: 

Italo Calvino

Editore: 

Mondadori

Anno: 

1996

Numero Pagina: 

26

Quello che lui cercava era sempre qualcosa davanti a sé, e anche se si trattava del passato era un passato che cambiava man mano egli avanzava nel suo viaggio, perché il passato del viaggiatore cambia a seconda dell'itinerario compiuto, non diciamo il passato prossimo cui ogni giorno che passa aggiunge un giorno, ma il passato più remoto. Arrivando a ogni città nuova il viaggiatore ritrova un suo passato che non sapeva più d'avere: l'estraneità di ciò che non sei più o non possiedi più l'aspetta al varco nei luoghi estranei e non posseduti. [...] I futuri non realizzati sono solo rami del passato: rami secchi.

Ritratto di IdaA

Grazie ☺️

Ritratto di 10 righe dai libri

Benvenuta Ida Smile