Le Faville del Maglio
 

Le Faville del Maglio

Autore: 

Gabriele d'Annunzio

Editore: 

Fratelli Treves Editori

Anno: 

1924

Numero Pagina: 

15

7 ottobre 1898 (Roma)

Mi sovviene d'un malinconico mio verso giovenile: l'autunno è veramente una primavera dissepolta. Ma, come tutti i morti dissotterrati, spande le più pericolose infwzioni coi tossici della putredine. L'anima non fu mai più fumida in me. Ho veduto una nuvola bassa su l'aventino lacerarsi contro le ruine dei palazzi imperiali. Che strana sera! Affannata dallo sforzo del temporale, tutta ancor bagnata dagli scrosci ma caldiccia come se ancòra tra le commessure del lastrico luccicanti ribollisse la feccia dell'estate. I corpi lenti delle nuvole erano maculati di solfo come la pelle delle salamandre piovane. Qualcosa di simile a un ribrezzo animale pareva spargersi per l'ombra là dove la luce si ritraeva come la marea su le spiagge oceaniche quando la sabbia palpita oscuramente della vita marina rimàstavi presa tra i rottami e il tritume e le lunghe erbe senza radici e i riflessi delle prime stelle.

Ritratto di Staff

Ciao Barbara, per te un libro incentivo come finalista settimanale del mese di gennaio. Manda i tuoi dati a libroincentivo@10righedailibri.it

Ritratto di Barbara Antonacci
Ritratto di Staff

Ciao Barbara, sei nella classifica finale di Gennaio. Ricordati di scegliere 10righe che più ti piacciono partendo da oggi lunedì 9 gennaio a domenica 15 gennaio.

Ritratto di Barbara Antonacci

Gabriele d'Annunzio nacque a Pescara nel 1863.

Pagine