L'uomo che scambiò la moglie per  un cappello
 

L'uomo che scambiò la moglie per un cappello

Autore: 

Oliver Sacks

Editore: 

Adelphi

Anno: 

1985

Traduttore: 

Clara Morena

Numero Pagina: 

95

Madeleine cominciò a modellare teste e figure umane e in capo a un anno si era
conquistata una fama locale come la scultrice cieca di St.Benedict.Le sue sculture di solito erano metà o tre quarti della grandezza naturale ,avevano lineamenti semplici ma riconoscibili e uno straordinario vigore espressivo.
Per me,per lei, per tutti fu un esperienza straordinaria ,quasi miracolosa.Chi avrebbe mai potuto immaginare che delle facoltà percettive basilari acquisite ,come di norma avviene,nei primi mesi di vita avrebbero potuto esserlo a sessantanni?
Che splendide prospettive ,di apprendimento tardivo,e di apprendimento per gli handicappati ,si aprivano!Chi avrebbe potuto immaginare che in questa donna cieca,spastica tenuta nascosta,disattivata per tutta la vita ci fosse il seme di una sorprendente sensibilità artistica (non sospettata né da lei né da altri) che sarebbe germogliato e sbocciato in realtà splendida e rara dopo essere rimasta in letargo.dissecato per sessantanni?

grazie Smile

Ritratto di Natalina

http://scrivi.10righedailibri.it/le-botteghe-color-cannella-0-Cari amici,dello Staff ,e compagni di viaggio in questo sito ,queste sono le mie righe preferite,un saluto a tutti/e,Naty

Ritratto di Natalina

Grazie!!!mi ricordo senz'altro,un saluto a tutti,Naty

Ciao Natalina, le tue 10 righe sono nella finale di settembre. Ricordati di comunicarci 10 righe che più ti piacciono partendo da oggi lunedì 7 settembre a domenica 13. Riportando qui nei commenti il link del libro scelto. Grazie. Smile

Ritratto di Natalina

Per Oliver Sacks..che non è più'..."Le fiabe classiche hanno figure archetipiche-eroi vittime,martiri ,guerrieri.I pazienti neurologici sono tutte queste figure.Da studioso sosteneva questa teoria.