meridiano di sangue
 

meridiano di sangue

Autore: 

Cormac McCarthy

Editore: 

einaudi

Numero Pagina: 

329

l'ho capito appena vi ho visto, che tipo siete.
farai meglio ad andartene.
seduto lì a parlare di sparare a chissà chi. nessuno l'ha ancora fatto.
gli altri quattro erano fermi sul limitare del cerchio di luce del falò. il più piccolo lanciava occhiate al buio rifugio offerto dalla notte nella prateria.
vattene, disse l'uomo. stanno aspettando te.
l'altro sputò nel fuoco dell'uomo si asciugò la bocca. a nord, nella prateria, stava passando una colonna di carri appaiati, e i buoi erano pallidi e silenziosi sotto la luce stellare, e il cigolio dei carri si udiva appena in lontananza, e una lanterna con il vetro rosso li seguiva come un occhio alieno. quel paese era pieno di ragazzi violenti resi orfani dalla guerra. i suoi compagni stavano tornando a prenderlo e forse questo lo rese più audace, e forse disse altre cose all'uomo perché quando gli altri arrivarono al fuoco l'uomo si era alzato. tenetemelo fuori dai piedi, disse. se lo rivedo qui lo ammazzo.