Moby Dick
 

Moby Dick

Autore: 

Herman Melville

Editore: 

Marzocco

Anno: 

1957

Traduttore: 

A. Nutini

Numero Pagina: 

87

Sì,anche Ismaele sognava ora di aiutare a uccidere l'odiata balena bianca.Il vecchio Tuono aveva ragione :occhio per occhio ,dente per dente!...Poi ,chi sa...?Ismaele,sognava di far fortuna.Chi è nato povero-pensava sorridendo a se stesso con la bella bocca carnosa e gioconda-deve morir ricco,e l'oro,la ricchezza,l opulenza potevano venir dalla balena bianca,a cominciar da quel doblone.
Non era anch'egli un marinaio del "Pequod",la barbara nave dai denti scintillanti...?
E il doblone,quando Ismaele passava vicino all'albero maestro pareva occhieggiare,strizzargli l'occhio come per dire:-Potrei essere anche tuo giovanotto!-Perfino Queequeg,pensava talvolta a lui "doblone luccicante" scherzava col giovane amico,gonfiando le narici e sgranando gli occhi.

Ritratto di Natalina

http://scrivi.10righedailibri.it/lultimo-demone. ...ho scelto queste 10 righe ,un saluto , naty

Ritratto di Natalina

D'accordo!naty

Ciao Natalina sei nella finale di luglio, 10 righe classifica settimanale. Ricordati di scegliere 10 righe che più ti piacciono, partendo da oggi 18 luglio a domenica 24.

Ritratto di Natalina

Hermann Melville nato a NewYork -US -1 Agosto 1819-
d.28 Settembre 1891 -NewYork