MOBY DICK
 

MOBY DICK

Autore: 

HERMAN MELVILLE

Editore: 

CIL

Anno: 

1976

Traduttore: 

CESARE PAVESE

Numero Pagina: 

695

Un falco del cielo che aveva beffardamente seguìto il pomo di maestra giù dalla sua naturale dimora tra le stelle, dando beccate alla bandiera e molestando Tashtego, cacciò per caso ora la sua larga ala palpitante tra il legno e il martello; e contemporaneamente sentendo quel brivido etereo, il selvaggio sommerso là sotto, tenne, nel suo anelito di morte, il martello rigidamente piantato; in modo che l' uccello celeste, con strida d' arcangelo, col rostro imperiale teso in alto e il corpo prigioniero avvolto nella bandiera di Achab, andò a fondo con la nave, che, come Satana, non volle scendere nell' inferno finché non ebbe trascinata con sè, per farsene elmo, una parte vivente del cielo.
Piccoli uccelli volarono, strillando, sull' abisso ancora aperto; un tetro frangente bianco si sbatté contro gli orli in pendio; poi tutto ricadde, e il gran sudario del mare tornò a stendersi come si stendeva cinquemila anni fa.