MorteAcropoli.jpg
 

Morte all'Acropoli

Autore: 

Andrea Maggi

Editore: 

Garzanti

Anno: 

2014

Traduttore: 

Numero Pagina: 

11

Le mani e le gambe presero a tremargli convulsamente. Fu costretto a mettersi in ginocchio. Le guardie alle sue spalle, dopo averlo raggiunto, lasciarono cadere le lance per lo sconcerto. Il sacerdote respirava a fatica. Rantoli acuti fuoriuscivano dalla sua bocca sdentata. La barba bianca vibrava ai singhiozzi mentre gli occhi fissavano l’interno del Tesoro completamente spoglio. La riserva d’oro di Atene, lì dentro custodita, era scomparsa del tutto.
Dalla bocca tremante del vecchio un grido ruppe gli indugi. Si levò acuto echeggiando tra le pareti nude del Tesoro, amplificato come il pianto di un gigante.

Ritratto di Giovanni Pisciottano

Andrea Maggi (Pordenone, 30 Gennaio 1974)