Operette morali
 

Operette morali

Autore: 

Giacomo Leopardi

Editore: 

Atlas

Anno: 

2011

Traduttore: 

a cura di Barberi Squarotti

Numero Pagina: 

539

Passeggere:- A quale di codesti vent'anni vorreste che somigliasse l'anno venturo?
Venditore:- Io? Non saprei.
Passeggere:- Non vi ricordate di nessun anno in particolare, che vi paresse felice?
Venditore- No, in verità, illustrissimo.
Passeggere:- E pure la vita é una cosa bella. Non é vero?
Venditore:- Cotesto si sa.......
Passeggere:- Oh, che altra vita vorreste rifare? la vita ch'ho fatta io, o quella del principe?...O non credete che... chiunque altro...avendo a rifare la stessa vitache avesse fatta, nessuno vorrebbe tornare indietro?.... Quella vita ch'é una cosa bella, non é la vita che si conosce, ma quella che non si conosce; non la vita passata, ma la futura...

Ritratto di raquel21

Grazie, staff! Grazie a tutti voi che avete segnalibrato!! Ho inserito , in gran fretta, 10 righe di un passo che ho studiatoa scuola, ma a cui pensospesso, perché la filosofia leopardiana é ancora oggi valida.

Ritratto di Staff

Le tue righe sono le più segnalibrate del gioco Leopardiamo, ottieni due libri incentivo! Smile

Ritratto di raquel21

Pagine