Pirandello romanziere
 

Pirandello romanziere

Autore: 

Margherita Ganeri

Editore: 

Rubbettino Editore, 2001

Numero Pagina: 

108

la moglie non riesce più a scrivere. il marito le rinfaccia i propri sacrifici, richiamandola ai suoi doveri. Durante una notte insonne, si fa strada in lei una coscienza quasi femminista: ricorda le donne di Taranto, sottomesse ai mariti, sicure e serene nella loro protezione. Lei non sarebbe mai stata così. Già allora "le pareva che la donna dovesse anzi offendersi di quella gelosa cura degli uomini come d'una mancanza di stima e di fiducia". Ora capisce che quelle, sposatesi senza amore, stimavano i propri uomini perchè le rispettavano. Anche lei era sposata senza amore, e per lungo tempo si era sentita rispettata. Ma ora lui la spingeva nelle braccia di altri, ne violava l'intimità anzi quella intimità voleva far fruttare, per arricchirsi grazie ad essa.L'amore non c'era mai stato, ora non c'era più neppure la stima.