Prime Pagine

 

La piccola villa sulla collina

Autore: 
Editore: 
Anno: 

Dal parabrezza Madeline scrutava la strada davanti a sé  ma l’unica cosa che riusciva a vedere erano alte siepi che la sovrastavano, a destra e a sinistra, in un tunnel scuro e lungo che si estendeva sulla collina che aveva di fronte – verso dove, non lo sapeva proprio. Guardò nervosamente l’ora e avanzò piano. Aveva seguito alla lettera le indicazioni del contadino, ma queste sembravano...

 

Il cadavere nella palude

Autore: 
Editore: 
Anno: 

Mentre chiudeva a chiave la porta della sua casa nelle Fens, l’ispettore Nikki Galena sentì un brivido di emozione. Lasciò spaziare lo sguardo sull’ampia distesa di paludi remote, inspirò a fondo assaporando la fresca aria salata e sorrise. Era bello trovarsi di nuovo a casa. Dall’altra parte di Cloud Fen poteva vedere la nebbia diradarsi e una mattina verde-oro svegliare lentamente gli...

 

Omicidi faticosi

Autore: 
Editore: 
Anno: 

Alla periferia est di Milano, a una quindicina di chilometri dal cuore della città, c’è l’Idroscalo, un gran rettangolo d’acqua lungo poco meno di tremila metri e largo poco più di trecento. Realizzato nei primi anni Trenta, man mano ha perso la sua funzione originaria – d’altronde non ci sono più idrovolanti – e ospita gare di canottaggio, vela e motonautica.
La sponda est è stata...

 

Senza via di scampo

Autore: 
Editore: 
Anno: 

Cosa ricordo di quella notte? La notte in cui scappai dalla Corea del Nord? Ci sono così tante cose che non ricordo, e che ho rimosso dalla mia mente, per sempre… Ma vi dirò, invece, cosa ricordo. Pioviggina. Presto la pioggia diventa torrenziale. Una pioggia così forte, che mi inzuppa fino al midollo. Crollo sotto il riparo di un cespuglio, totalmente incapace di rendermi conto del tempo che...

 

Operazione Medusa

Editore: 
Anno: 

Settembre 2006
I primi colpi centrarono il parabrezza come un martello pneumatico. Sobbalzai, aspettandomi il peggio. Per fortuna il vetro antiproiettile del mio gmv fece il suo dovere, altrimenti le mie cervella sarebbero esplose per tutto il veicolo. I lanciarazzi sparavano a pochi metri di distanza, così vicini che potevo vedere le alette stabilizzatrici, che possono facilmente...

 

L’amore per nessuno

Autore: 
Editore: 
Anno: 

Annamaria Franzoni solleva il mento tra le coste di un giubbetto jeans, un oggetto difficile da collocare, soprattutto in televisione, se non fra gli espedienti improbabili di una costumista in tilt. Allunga il collo dalla voragine di una camicetta a bande, optical leggero, stralcio di boutique: forse non ha capito la domanda, sposta gli occhi a sinistra, dondola un piede vagamente sexy nel...

 

Confesso che sono stata uccisa. A Private War

Autore: 
Editore: 
Anno: 

Prologo «DROGANO I GIORNALISTI, CAZZO»
18 marzo 2003, Kahmishli, Siria
 

Il gommone sembrava ridicolo e fuori luogo nella piccola stanza d’albergo. Guardai le quattro grosse camere d’aria di camion sul pavimento, legate insieme da pezzi di corda e di legno. Avevo persino aggiunto le cinghie del mio kit fotografico. Dopo giorni di duro lavoro, il mio gommone fai-...

 

La nuda verità

Autore: 
Editore: 
Anno: 

Perché sono qui? È la seconda volta nell’arco di pochi giorni che Donatella Mugghiani se lo domanda, perciò ora, oltre a sentirsi smarrita, è anche infuriata con se stessa. Perché sono qui?, si chiede, fissando l’indice che sfiora il campanello della porta. Fa ancora in tempo ad andarsene, invece suona. Perché lo faccio?, pensa, e in quell’istante ricorda nitidamente che è la seconda volta che...

 

L'amore al tempo degli scoiattoli

Autore: 
Editore: 
Anno: 

Quasi abbracciati nell’ultimo isolato di Tasso Street, in una cittadina della California conosciuta come Palo Alto, c’erano due umili bungalow, entrambi immersi nei gigli. E in uno di essi viveva una donna nella verde primavera della sua vita, e il suo nome era Veblen Amundsen-Hovda. Era una piovosa giornata invernale, poco dopo l’inizio del nuovo anno. In fondo alla strada, uno scoiattolo...

 

L'inferno è una buona memoria

Autore: 
Editore: 
Anno: 

C’era una volta un re, anzi no, c’era una volta una sacerdotessa sorella di un re. Il re divenne re tirando fuori una spada magica dalla roccia? Forse. Ma magari la spada gliela diede una sacerdotessa, facendogli promettere qualcosa che
non sapremo mai. C’era una volta un regno, dunque, ma forse c’era di meglio ancora: c’era un’isola magica che era anch’essa un regno, dove succedevano...