Immagine senza nome.png
 

San Gennaro non dice mai no

Autore: 

Giuseppe Marotta

Editore: 

Bompiani

Anno: 

1977

Numero Pagina: 

21

In marzo Napoli è una città bambina, con le violette in mano, che va a fare la sua prima comunione. Chiede indulgenza per i suoi peccatucci invernali — una incipriatura di neve il 29 dicembre, pioggia e vento nell’ultima settimana di gennaio, uno scivolone il 15 febbraio all’Arco Mirelli con frattura del femore eccetera —, mea culpa dice sfavillando in ogni vetro di finestra, riceve l’assoluzione, riceve come sacramento un sole purissimo, un sole particola; e infine si alza, strizza l’occhio a una nuvoletta che è apparsa dietro il Vesuvio, conta fino a sessanta. In un minuto il cielo è di piombo, s’illividiscono le case, bolle il golfo scrollandosi di dosso marosi che in via Caracciolo raggiungono le facciate dei grandi alberghi, anzi qualche Inglese nel suo letto; gelano i baffi di chi stava bevendo, presso i chioschi, acqua sulfurea e limone.

Ritratto di Staff

Ciao Eagledolvis, sei nella classifica settimanale di febbraio, scegli 10righe pubblicate lunedì 17 febbraio a domenica 23 febbraio, riportando qui nei commenti il link.