wolfe.jpg
 

Storia di un romanzo

Autore: 

Thomas Wolfe

Editore: 

Fazi Editore

Anno: 

2013

Traduttore: 

Igina Tattoni

Numero Pagina: 

22

Credo che questo sia uno dei problemi più penosi e complessi che uno scrittore debba affrontare. Sembra realmente che la ragione per cui uno scrittore scrive un libro sia per dimenticarlo mentre quella per cui un lettore lo legge sia per ricordarlo, e il conflitto tra queste due premesse produce a volte una strana incredibile situazione. Io, per esempio, avevo tratto il mio primo libro, più o meno direttamente, dal materiale e dall'esperienza della mia vita e, inoltre, penso ora di averlo scritto con uno stile crudo, d’intenso realismo, con quel tono chiaro ed esplicito che spesso caratterizza la prima opera di un giovane scrittore inesperto. Posso dire però di non averlo previsto. Non avevo previsto nulla di ciò che accadde. Fui sorpreso non solo dal tipo di risposta che il libro ebbe dalla critica e dal pubblico ma, soprattutto, dalla reazione che suscitò nella mia città natale.