41G7ZPh0E5L.jpg
 

Sveglia occidente

Autore: 

Oriana Fallaci

Editore: 

Rizzoli

Anno: 

2021

Traduttore: 

Numero Pagina: 

75

Poi, parlava da circa un'ora, un fidayn prese a tirargli la manica e a sussurragli qualcosa. Chiesi che volesse, Abu Mazim rispose: "Dice che ha una domanda da porle a nome di tutti. Perché dice che lei vuole sapere tutto di noi ma noi non sappiamo nulla di lei. DIce: lei trova che abbiamo ragione o no?", "Sì, Abu Mazim. Temo che abbiate ragione. Però..." "Però'" "Però ho da raccontarvi una storia, semplice e breve." "Racconti." "Quand'ero bambina volevo molto bene ad una maestra di scuola che era la migliore ragazza del mondo. Si chiamava Laura Rubicek e viveva insieme a sua madre che era una vecchietta dolcissima e bianca. Una notte arrivarono i tedeschi e le portarono via. Perché erano ebree. E non tornarono più. Capisce?" "Capisco".

Ritratto di Elena Antonini

Oriana Fallaci (Firenze, 29 giugno 1929)

Ritratto di Elena Antonini

"E non ammetto che ciò si ripeta. E non lo ammetterò mai. Capisce?" "Capisco signora. Ora posso risponderle?" "Prego". "Anche la mia risposta è semplice e breve. Noi non odiamo gli ebrei. Alcuni di noi sono sposati a ragazze ebree, molti di noi sono amici di ebrei. Noi odiamo i sionisti. Perché essere sionisti è come esser nazisti: significa credere in uno Stato razzista, espansionista, imperialista. Voi in Occidente identificate Israele con gli ebrei: non è la medesima cosa perché..."