20191107164530_313_cover_alta.jpg
 

T. Singer

Autore: 

Dag Solstad

Editore: 

Iperborea

Anno: 

2019

Traduttore: 

Maria Valeria D'Avino

Numero Pagina: 

23

Ogni passo porta in sé il germe di un momento increscioso, invaso da un senso di vergogna che rimarrà indelebile nella coscienza. Una persona come Singer è in pericolo ovunque vada, e deve stare continuamente all'erta. Uno sguardo, un'occhiata stupita, un'espressione inquisitoria, un cosiddetto commento bastano a provocare la sua totale dissoluzione interiore. Una persona così non userebbe tutto il suo istinto per evitare che episodi del genere accadano, e non solo per evitare l'episodio in sé, ma anche la possibilità che un episodio del genere accada? La solitudine di un uomo che deve stare sempre in guardia contro un umiliante senso di vergogna provocato da incidenti banali, come nel caso di Singer, dev'essere sostanziale. Profonda. Non si può cercare conforto negli altri. Nel modo più assoluto.