TODO MODO
 

TODO MODO

Autore: 

Leonardo Sciascia

Editore: 

Adelphi

Anno: 

2003

Numero Pagina: 

51

..."Quando una cosa si comincia, tutto sta nel continuarla". "Ma il delitto..."."Appunto nel delitto non ci si può fermare". "Lei crede dunque che ce ne saranno altri?". "Ma no: qui ed ora è possibile che tutto si sia concluso. Non ci si può fermare, intendo, finché non si eliminano gli errori, gli incidenti, le sbavature che si sono verificati commettendo il primo; e poi, correggendo con altro delitto, quelli che ancora, imponderabilmente, insorgono; e così via... Questo, ovviamente, nei delitti il cui autore ha tutto calcolato per riuscire all’ impunità. E poiché non c’è calcolo che non abbia un margine in cui l’imponderabile, il fortuito e insomma la fortuna non giuochino un ruolo fatale... E siamo appunto a questo caso: se l’avvocato Voltrano, stamattina, non avesse manifestato il dubbio, l’impressione, di non avere avuto sempre, durante la marcia del Rosario, l’onorevole Michelozzi a lato, sarebbe ancora vivo”...