noimage.jpg
 

Ventiquattro Rose

Autore: 

Ferdinando Palladino

Editore: 

Independently published

Anno: 

2020

Traduttore: 

Numero Pagina: 

165

Ora siam all’ingresso del Giardino, qui tutto comincia, qui iniziano a svelarsi i segreti nascosti nell’animo umano, qui si innalza un canto melodioso, che è un inno all’Amore, una melodia di infinito piacere.
Oh amor, che accavalli la bellezza all’orrore, che trasmuti gli oceani infiniti e le lande desolate, tu o amor, che accarezzi le guance degli amanti e unisci i corpi nel tuo intimo gioco, tu che conquisti tutti i regni e che curi i più meravigliosi giardini, tu amor, che raccogli i cocci di beltade e li unisci insieme, tu che doni piacere a tutte le creature, tu, solo tu o amor, sei il padrone di queste anime perse. Tu sei il filo che ancor lega tutte le cose divise. Tu, solo tu, sei il dono prezioso che rende sopportabile questa vita di stenti.

Ritratto di 10 righe dai libri

Benvenuto Ferdinanado Smile