Vita e morte di Ludovico Lauter
 

Vita e morte di Ludovico Lauter

Autore: 

Alessandro De Roma

Editore: 

Il Maestrale

Anno: 

2007

Numero Pagina: 

59

Giulia non lavorò mai, in tutta la sua vita. Lesse, suonò, dormì, sorrise e, soprattutto, dipinse. Neppure nei suoi anno romani, animati da strane e intense occupazioni, si può dire che abbia davvero lavorato. Dai tempi dell'aranceto della zia Teresa e delle bombe, questo fu il suo speciale linguaggio: l'inerzia, che non era immobilità, ma solo perseveranza e attesa di una rivelazione.
Tutta la sua vita fu un rito per celebrare un avvento inesprimibile. Non visse mai realmente, piuttosto officiò riti interminabili, delicati, eleganti. Riti che celebravano la vita e erano per lei la vita stessa.

Ritratto di Staff

Ciao Luisicaa, le tue 10righe sono nella classifica finale di febbraio, 10righe scelte dalla redazione.