2015

 

La nostalgia degli atomi

Autore: 
Editore: 
Anno: 

Era il primo dei cinque giorni che mancavano alla fine. Jensen era seduto alla scrivania, fuori, una carrozza sostava sotto la
pioggia. Avvolto in un mantello nero, il vetturino sedeva a cassetta piegato in avanti. Il cappello era calato sugli occhi; sembrava dormire. I cavalli fremevano e sbuffavano piccole nuvole di fumo dalle froge.
Qualcosa non va, pensò Jensen.
Guardò...

 

E all’improvviso sei arrivato tu

Autore: 
Editore: 
Anno: 

Copenhagen 20 aprile
Mentre il piccolo Thor, dalla chioma bionda come il papà, si era addormentato in camera sua, a qualche metro da lì, nella loro stanza tutta di blu dipinta, i suoi genitori, Ava e Sven se ne stavano abbracciati e innamorati come al primo sguardo.
Si erano incontrati a Copenhagen, dieci anni prima, in mezzo ad una Radhuspladsen stranamente semideserta, un...

 

Quintetto. Il suono della morte

Editore: 
Anno: 

Camminare lungo Strandvägen aveva una sorta di ritualità. Si sentì attraversare da un guizzo di vita e si accorse di aver drizzato la schiena come non faceva da moltissimo tempo. Gli pareva di avere la vittoria in tasca. Dopo tutti quegli anni di conto alla rovescia in vista della morte, gli era venuta in mente una soluzione geniale. Al lato pratico, gli richiedeva un impegno minimo, almeno...

 

Tanto per cambiare

Autore: 
Editore: 
Anno: 

La prima volta che Renzo diventò qualcun altro fu a scuola.
Era una di quelle mattine piene di luce degli anni Sessanta, nelle quali l’odore di caffè e minestra si mischiava al fumo denso delle automobili, quelle carrette rumorose che, un parcheggio alla volta, stavano invadendo le strade di Torino. Sui marciapiedi c’era sempre con chi parlare. Si attraversava senza guardareperché in...

 

Il terzo incomodo

Autore: 
Editore: 
Anno: 

Marianna pensava che soffrire fosse un modo sicuro per ottenere successo. Sempre più spesso mi diceva che non mi impegnavo abbastanza per avere ciò che desideravo.
«Il segreto è saper fare una cosa meglio di tutti. Non c’entra nulla la bravura o l’ambizione», sentenziava guardandomi negli occhi e invidiando i miei denti perfetti, «conta solo soffrire.»
Pesava una dozzina di chili...

 

Ritorno a casa

Autore: 
Editore: 
Anno: 

Apparve come il verso incompiuto di una poesia.
Tra le migliaia di studenti della Sorbonne che avevano appena indetto un’assemblea, la vidi in piedi proprio sotto la statua di Victor Hugo. I suoi capelli bruni, spessi, ondulati, andavano contro il soffio del vento ma solamente alcune ciocche ribelli ondeggiavano coprendole il viso. Tra quei capelli sparpagliati qua e là, potei vedere...

 

Quella certa dipendenza dal tasto invio

Autore: 
Editore: 
Anno: 

Ebbene sì, purtroppo devo fare una premessa, io che le premesse, di qualsiasi libro si tratti, o non le ho mai lette o le ho soltanto sfogliate velocemente perché ho sempre ritenuto che fossero inutili e guastassero il sapore del racconto. E dato
che non posso sapere quali siano le premesse tradizionali, avendole sempre volutamente evitate, scrivo alla maniera che fa tanto incazzare gli...

 

La scena dell'inferno e altri racconti (1915-1920)

Editore: 
Anno: 

Io e Akutagawa - Tanizaki Jun’ichirō
Con Akutagawa ho un profondo legame, sotto molti punti di vista. Proveniamo dallo stesso ambiente: siamo nati a Tōkyō,
nello Shitamachi.
Io ho frequentato le medie presso la Scuola media statale numero 1 di Tōkyō, mentre Akutagawa è stato alla Scuola media
statale numero 3, che in origine era una succursale della mia.Per un certo...

 

Secretum

Editore: 
Anno: 

Constantia, 14 febbraio 2041
A Sua Ecc.za Mons.
Alessio Tanari
Segretario della Congregazione per le Cause dei Santi
Città del Vaticano

Carissimo Alessio,
è passato ormai un anno da quando Vi scrissi l’ultima volta. Non mi avete mai risposto.
Pochi mesi fa sono stato improvvisamente trasferito (ma forse ne avete avuto notizia) in Romania. Sono...

 

Agrigento

Editore: 
Anno: 

Già da qualche tempo si sentiva il respiro corto, pesante, affannato. E faceva fatica a camminare sul lido che era stato da sempre il teatro delle sue passeggiate, un lido ventoso, che il soffio dello scirocco ricopriva di acqua di mare. Quella sera però a portarlo laggiù era stata il desiderio nostalgico di percorrere ancora una volta la strada tra Marinella e Villa Romana, prima di tornare a...