De Agostini

 

Four

Autore: 
Editore: 
Anno: 

Mi risveglio dalla simulazione gridando. Mi brucia il labbro e, quando lo tocco, mi ritrovo i polpastrelli macchiati di sangue.
Devo essermi morso.
L’Intrepida che mi ha sottoposto al test attitudinale – Tori, ha detto di chiamarsi – mi guarda in modo strano, mentre si tira indietro i capelli neri e li avvolge in un nodo. Ha le braccia ricoperte di tatuaggi: fiamme, raggi di luce...

 

Insurgent

Autore: 
Editore: 
Anno: 

MI SVEGLIO con il suo nome sulle labbra. Will. Prima ancora di aprire gli occhi, lo vedo di nuovo crollare a terra. Morto. Sono stata io. Tobias si accovaccia davanti a me, appoggiandomi una mano sulla spalla sinistra, mentre il treno sobbalza sui binari. Marcus, Peter e Caleb sono vicini all’entrata. Faccio un respiro profondo e trattengo l’aria nella speranza di alleviare la pressione che mi...

 

Young Sherlock Holmes – Ghiaccio sporco

Autore: 
Editore: 
Anno: 

Il sole luccicava sullo specchio d’acqua, e dardi di luce colpivano gli occhi di Sherlock, che socchiudeva di tanto in tanto le palpebre cercando di proteggersi dal bagliore. La piccola barca a remi oscillava piano al centro del lago, circondato dal verde a perdita d’occhio: prati, alberi e cespugli ovunque. Sembrava di stare in una gigantesca scatola verde, con il cielo perfettamente limpido...

 

Implosion

Autore: 
Editore: 
Anno: 

Il terzo squillo fu interrotto dalla voce fredda di John che da seimila chilometri di distanza rispose seccamente: «Mi auguro che sia davvero urgente! Ero nel bel mezzo di una riunione maledettamente importante.»
«Questa volta ci siamo», fece lui di rimando con tono orgoglioso, alzandosi dalla sua poltrona in cuoio bulgaro.
«Era l'ora! A quando la spedizione?» domandò il...

 

Specchio Specchio

Autore: 
Editore: 
Anno: 

C’era una volta un principe che andava in giro per il mondo. Era un tipo curioso, e aveva voglia di vedere com’era la gente fuori dal suo paese, se si somigliava tutta o se invece aveva facce e corpi differenti da quelli intorno a lui.
Perché, da bambino, un maestro gli aveva detto che i popoli erano tutti diversissimi e che certi avevano costumi strani e incomprensibili, talmente...

 

Young Sherlock Holmes – Fuoco ribelle

Autore: 
Editore: 
Anno: 

«Avete mai osservato le formiche?» chiese Amyus Crowe.
Sherlock Holmes scrollò il capo. «No, non ho mai prestato attenzione a quegli insetti, a parte quando mi rovinano i picnic infilandosi nei panini alla marmellata.»
I due passeggiavano nella campagna del Surrey. Il sole cocente gravava come un mattone sulla nuca di Sherlock; e attorno a lui aleggiava un aroma quasi travolgente...

 

Buon compleanno Bad Kitty

Autore: 
Editore: 
Anno: 

BUONGIORNO, KITTY!
Oggi sarà una grande giornata! Il sole splende e gli uccellini cantano. Un po’ ovunque sbocciano fiori di tutti i colori dell’arcobaleno!
Kitty, ma tu lo sai che giorno è oggi, vero? È un giorno molto speciale, uno di quelli che arrivano una sola volta l’anno. Uno di quelli che si festeggiano per TUTTO il giorno! Insomma, è uno di quei giorni che richiedono una...

 

2BX - Essere un’incognita

Autore: 
Editore: 
Anno: 

Sabato, 21 gennaio 2012, ore 00.40
«Ma perché proprio io?!»
«Devi andare, se non vuoi essere buttata fuori.»
«Ma alle due di notte è tardi, è pericoloso… dov’è questo posto?»
«Sulla Prenestina. All’ex Snia, la fabbrica abbandonata.»
«…»
«Da sola, ovviamente, o sei fuori.»
«Nemmeno Shaky?»
«Ho detto sola.»
«Cosa devo fare...

 

Wolfsbane

Autore: 
Editore: 
Anno: 

NON RIUSCIVO A FERMARE LE URLA E L’OSCURITÀ mi circondava. Un orribile peso mi premeva contro il petto impedendomi di respirare mentre, sdraiata sul letto, affogavo nel mio stesso sangue. Mi misi a sedere ansimando e sbattendo le palpebre nel buio.
Le urla cessarono all’istante e la stanza in cui mi trovavo fu invasa da un silenzio assoluto. Deglutii dolorosamente un paio di volte nel...

 

Bitterblue

Autore: 
Editore: 
Anno: 

Quando afferra il polso della Mamma e la strattona verso l’arazzo in quel modo, deve farle male. Lei non grida. Cerca di non mostrargli il suo dolore, ma appena si gira verso di me, sul suo viso leggo ogni sua emozione. Se Papà se ne accorgesse, le toglierebbe ogni sofferenza, sostituendola con qualcos’altro.
So già quel che le dirà: «Cara, va tutto bene, non fa male, non hai paura», e...