Il cinese
 

Il cinese

Autore: 

Henning Mankell

Editore: 

Marsilio

Anno: 

209

Traduttore: 

Giorgio Puleo

Numero Pagina: 

112

Birgitta Roslin cercò di dimenticare i morti che la circondavano.Invece evocò l'immagine sfuocata di sua madre.Una giovane donna con il desiderio di andarsene da lì,non confessato a nessuno ,a malapena a se stessa,per non provare rimorso verso quei genitori adottivi pieni di volontà cristiana.Rimase immobile nell'ingresso.
Nelle case vuote c'è un silenzio che non assomiglia a nessun altro,pensò.
Chi se n'è andato ha portato i suoni con sé.Non è rimasto neppure il ticcchettio dell'orologio.Entrò nel soggiorno.Odori vetusti la colpirono,dai mobili,ai quadri,dai vasi e dalle tazze di porcellana,dalle piante sui davanzali.Passò un dito sulla terra di un vaso,poi se ne andò in cucina,cercò una bottiglia vuota la riempì d'acqua e annaffiò
tutte le piante.Era un segno di rispetto per i morti.Si sedette su di una sedia e si guardò intorno.

Ritratto di Natalina
Grazie a tutti quanti ,compagni di gioco e di lettura....naty
Ritratto di Staff
Ciao natalina, hai vinto il giuoco domenicale, a te un libro incentivo!
Ritratto di Natalina
Partecipo al giuoco domenicale "Righe scandinave"http://scrivi.10righedailibri.it/il-cinese-