Bistecche.jpg
 

Bistecche di formica e altre storie gastronomiche

Autore: 
Editore: 
Anno: 

Io viaggio mangio e scrivo, in ordine sparso e in disordine geografico.
Seduto a tavola e approfondendo la conoscenza della storia e dell’antropologia dell’alimentazione, tra culture e geografi e in antitesi, amo in egual misura la cucina del Neolitico e quella dell’avanguardia sperimentale, quella tradizionale delle nostre fantasiose nonne, quella istintiva nordica, quella salutare mediterranea e quella più scientifi ca o molecolare, ma soprattutto lo streetfood di ogni angolo del globo. Quasi tutto il mondo è commestibile: argilla e creta terrosa, insetti croccanti, squali in putrefazione e agrumi a forma di polpo tentacolare, uova con pulcini dentro, erbe e funghi allucinogeni, sperma di tonno e cervello di renna, persino alcune parti del corpo umano. La mia bocca ha assaporato e ingurgitato molti alimenti in giro per il pianeta, per curiosità e per lavoro. Sono un professionista della masticazione, anche se a volte quello che mastico può essere ritenuto aberrante o assurdo. Ma assurdo per chi? E perché? Dietro ogni «boccone» ci sono ragioni di pura e atavica sopravvivenza, o tradizioni culturali millenarie  che io indago avidamente. Leggi le prime 16 pagine pdf del libro

Primi capitoli del libro di: 

Carlo Spinelli, Bistecche di formica e altre storie gastronomiche, Baldini & Castoldi, settembre 2015.