colibri.gif
 

Colibrì

Autore: 
Editore: 
Anno: 

Quella notte l’omino del sonno sembrava uno scagnozzo della Gestapo. All’aumentare del ronzio dei giri del motore, una lunga giacca di pelle e un paio di stivali luccicanti presero il posto dei vestiti blu, mi spinse in macchina e mi portò via. Aveva una cintura con la fibbia, che si slacciava con un solo movimento. Provate a capirne il perché. Non ebbi il coraggio di addormentarmi, benché il viaggio fosse lungo.
Da piccola ho visto corpi letteralmente ridotti a brandelli e lapidati; forse dovrei esserne traumatizzata, ma non lo sono. Conosco
l’aspetto del mio corpo da morto e ho sentito di ragazze precipitate da balconi, gli angeli senza ali di Rinkeby e Clichy-sous-Bois. E conoscevo una ragazza che all’improvviso è sparita: lo giuro, wallahi. Tutti sapevano che era stata spedita nel suo paese d’origine, era stata data in sposa a qualche pervertito con il pancione, i denti d’oro e le dita grosse come salsicce... Leggi le prime 36 pagine pdf nel libro

Primi capitoli del libro di: 

Kati Hiekkapelto, Colibrì, Traduzione dal finlandese di Rosario Fina, Atmosphere libri, 25 febbraio 2015