Castelvecchi_Dostoevskij.jpg
 

Dostoevskij

Autore: 
Anno: 

È cosa ardua e piena di responsabilità parlare degnamente di Fëdor Michajlovicˇ Dostoevskij e della sua importanza per il nostro mondo interiore, perché la grandezza e la potenza di quest’uomo unico richiedono una misura nuova. A prima vista uno crede di trovarsi di fronte a un’opera circoscritta, a un poeta, e si scopre l’infinito, un cosmo con un firmamento proprio e una propria armonia celeste. E ci coglie il timore di non poter mai penetrare interamente in quel mondo: troppo estranea è la sua magia alla prima conoscenza, troppo lontano nelle nuvole dell’infinito è il suo pensiero, troppo strano il suo messaggio perché l’anima possa d’un tratto alzare lo sguardo a quel cielo nuovo come a un cielo familiare. Dostoevskij non è nulla se non è sentito intimamente. Leggi le prime 15 pagine del libro

Primi capitoli del libro di: 

Stefan Zweig, Dostoevskij, Castelvecchi Editore, traduzione di Mario Britti, maggio 2013.

Ritratto di 10 righe dai libri