jane goodall_ ioelafrica.jpeg
 

Io e l’africa

Autore: 
Editore: 
Anno: 

Introduzione di Massimo Di Forti
La scienza incantata
C’era una volta un’avventurosa bambina appena uscita da un racconto di fate, custodiva l’animo gentile e un cuore selvaggio,
l’ovale del volto fatto d’aria e di miele, le snelle gambe così agili da farla salire quasi danzando in brevi istanti sulla cima del
Faggio, l’albero che dominava il giardino di casa. Dall’alto di quei dieci metri, lei sognava la giungla, i vasti spazi della savana, i fiabeschi animali che li popolavano, le magiche giraffe e i sovrani leoni, le acrobatiche scimmie e i possenti bufali, le zebre e gli elefanti, i fulminei leopardi e le soavi gazzelle. Aveva cominciato a sognarli leggendo avidamente le storie di Tarzan della Giungla, lo statuario uomo-scimmia che viveva libero “dentro” la natura, come avveniva nel tempo in cui non v’erano ancora confini che la
dividessero dagli umani ma una comunione appagante, ravvivata da sfide ed eccitanti sorprese. Leggi le prime 15 pagine pdf del libro
 

Primi capitoli del libro di: 

Jane Goodall (Intervistata da Massimo Di Forti),  Io e l’africa, Armando Editore, maggio 2016.