Manhattan A.jpg
 

Manhattan Transfer

Autore: 
Editore: 
Anno: 

Tre gabbiani svolazzano sopra casse rotte, bucce d’arancia, torsi di cavolo marciti che galleggiano tra le palizzate scheggiate; onde verdastre schiumano sotto la prua arrotondata del traghetto che, in balia della marea, rompe l’acqua e la inghiotte, scivola, e lento si accosta al molo. Argani a mano girano con stridore di catene. Saracinesche si alzano, piedi scavalcano il vuoto, uomini e donne si affollano lungo il tunnel di legno del pontile puzzolente di letame, urtandosi e spingendosi come
mele che rotolano in una pressa.

L’infermiera, tenendo la cesta a braccia tese come se fosse una padella per ammalati, aprì la porta di una grande stanza surriscaldata dalle pareti tinte di verde dove, nell’aria satura di alcol e iodoformio, da altre ceste che si agitavano lungo il muro salivano deboli vagiti acuti. Leggi le prime 17 pagine del libro pdf
 

Primi capitoli del libro di: 

John Dos Passos, Manhattan Transfer, Baldini & Castoldi, dicembre 2014