Baldini_UnGiornoSaraiUnPostoBellissimo.jpg
 

Un giorno sarai un posto bellissimo

Autore: 
Editore: 
Anno: 

Palermo, 1983
Stasera la televisione Brionvega della cucina deve restare spenta, dice mamma, mentre mette in tavola gli spinaci al burro. Mi piacciono un sacco, e per tre motivi: perché dentro, anche se non si può né vedere né sentire sotto ai denti, c’è il ferro, perché sono il cibo preferito – appunto – di Braccio di Ferro e perché a volte, quando mi viene da starnutire, mi escono dal naso sani sani, proprio come quando li avevo messi in bocca. Una cosa che fa ridere tutti, anche se fa pure un po’ schifo, e impressione. Ogni volta chiedo a mamma di vedere la scatola, perché spero tanto che, invece di quelli surgelati, compri quelli nella latta, quelli che li puoi strizzare direttamente da lì e ingoiarli al volo mentre disegnano un arco verde dalla mano alla bocca. Secondo me è per questo che non mi sento affatto più forte dopo averli mangiati: non sono quelli giusti...leggi le prime 21 pagine del libro pdf

Primi capitoli del libro di: 

Corrado Fortuna, Un giorno sarai un posto bellissimo, Baldini & Castoldi editore, 27 agosto 2014.