cover_44.jpg
 

Un quieto, impercettibile omicidio

Editore: 
Anno: 

«Magari troviamo una pistola», disse Pitkin puntando l’indice sulla garitta accanto al portone. «Piiiiiuv».
«O un mitragliatore», suggerì Tamás sparando con la sua arma immaginaria. «Ratatatatatata!».
«O un carro armato!».
«I carri armati se li sono portati via», replicò il ragazzo con un improvviso e inopportuno pragmatismo.
«Una granata», provò a dire Pitkin. «Non credi che potrebbero aver dimenticato una granata da qualche parte?».
«Non si sa mai», concesse l’altro per non rovinare completamente l’atmosfera.
L’oscurità era appena calata. Era piovuto tutto il giorno e l’aria era impregnata d’umidità. Se il temporale non fosse cessato, di sicuro sarebbero rimasti in casa, ma ora erano lì, lui e Pitkin, e anche se non credeva sul serio che avrebbero trovato pistole, mitragliatori e granate, Tamás sentiva la tensione ribollirgli dentro, come se al posto dello stomaco avesse una lattina di Coca- Cola che qualcuno aveva agitato.  [...]  prime 28 pagine del libro

 

ISBN 978-88-6411-138-4

Primi capitoli del libro di: 

Lene Kaaberbøl, Agnete Friis, Un quieto, impercettibile omicidio, traduzione di Bruno Berni, Fazi Editore, 17 febbraio 2012