Il Fuggiasco
 

Il Fuggiasco

Autore: 

Massimo Carlotto

Editore: 

e/o edizioni

Anno: 

2005

Ancora oggi tengo fede al mio impegno morale, e continuo a dire che la latitanza è uno stato dell'anima, anche se sono convinto che la mia esperienza di latitante possa definirsi in modo più appropriato come una forma di metateatro della sopravvivenza.
Come nella commedia dell'arte, sono stato un volto che ha dato vita a una serie di maschere diverse, caricature di tipologie sociali ben definite, improvvisando giorno per giorno all'interno di un canovaccio che altro non era che l'intreccio tra la mia vicenda processuale e la scelta di sottrarsi alla giustizia. Personaggi scelti, voluti : una rottura con quella parte da telenovela giudiziari che il processo mi aveva cucito addosso prima e dopo la latitanza, l'unica che non abbia mai saputo interpretare. A essa mi sono sempre profondamente ribellato.

Ritratto di Staff
Ciao Emma, sei nella finale settimanale di marzo.
Ritratto di Emma
grazie a Eagledolvis che mi ha fatto ricordare questo autore che apprezzo molto
Ritratto di Emma
Massimo Carlotto è nato a Padova il 22 luglio 1956
La promessa dell'alba
 

La promessa dell'alba

Autore: 

Romain Gary

Editore: 

Neri Pozza

Traduttore: 

Marcello Venturi

Anno: 

2006

...Non ci sarà mai un'altra donna, nella vita, che ti vorrà bene a quel modo. Questo è certo.
Era certo. Ma non lo sapevo. Soltanto quando raggiunsi la quarantina cominciai a capirlo. Non è bene essere tanto amati quando si è giovani, così presto. Ci vengono delle cattive abitudini. Si crede che sia dovuto. Si crede che un amore simile esista anche altrove e che si possa ritrovare. ci si fa affidamento. Si guarda, si spera, si aspetta.
Con l'amore materno la vita ci fa all'alba una promessa che non manterrà mai. In seguito si è costretti a mangiare fino alla fine.

Ritratto di Emma
Romain Gary nasce a Vilsinius Lituania l'8 maggio 1914
L'Idiota
 

L'Idiota

Autore: 

Fedor M. Dostoevskij

Editore: 

Rusconi Editore

Traduttore: 

Giovanni Faccioli

Anno: 

2010

..."Ascoltate ! So che non è bello parlare; è meglio dare l'esempio; è meglio cominciare semplicemente... Io ho già cominciato...e...e è davvero possibile essere infelici ? Oh, che importano le mie pene e le mie disgrazie se ho in me la forza di essere felice ! Sapete, non capisco com'è possibile passare vicino a un albero e non essere felici di vederlo. Parlare con un uomo e non sentirsi felici di amarlo ! Oh, non riesco ad esprimermi ... ma quante belle cose si vedono in continuazione, così che neppure la persona più disillusa può non trovarle belle. Guardate un bambino, guardate l'aurora del buon Dio, guardate l'erba che cresce, guardate gli occhi che vi guardano e che vi amano..."

Ritratto di Emma
Fedor M. Dostoevskij è nato a Mosca Russia l'11 Novembre 1821
Il piccolo libraio di Archangelsk
 

Il piccolo libraio di Archangelsk

Autore: 

Georges Simenon

Editore: 

Biblioteca Adelphi

Traduttore: 

Massimo Romano

Anno: 

1958

Eppure aveva vissuto così per anni, da solo, e non ne aveva sofferto, non si era nemmeno accorto che gli mancava qualcosa Che cosa faceva, un tempo, a quell'ora ? Gli capitava di leggere, seduto dietro il bancone. Aveva letto molto, non solo romanzi, ma anche saggi su svariati argomenti, talvolta i più imprevedibili, dall'economia politica ai racconti di scavi archeologi .
Gli interessava tutto. Tirava fuori a caso un libro sulla meccanica, per esempio, pensando di scorrere solo un paio di pagine, e finiva col leggerlo da cima a fondo.

Ritratto di Staff
Ciao Emma, per Te un libro incentivo come finalista 10righe scelte dalla redazione, nel mese di Febbraio. Manda i tuoi dati all'indirizzo: libroincentivo@10righedailibri.it
Ritratto di Natalina
Ciao Emma,quante emozioni,ci danno i libri !!!
Ritratto di Emma
grazie ! questo è uno dei libri di Simenon che prediligo e ogni tanto mi piace rileggerlo
Ritratto di Staff
Ciao Emma, sei nella finale di febbraio, 10righe scelte dalla redazione.
Ritratto di Emma
Georges Simenon è nato a Liegi Belgio il 13.2.1903
Lettere
 

Lettere

Autore: 

Etty Hilllesum

Editore: 

Adelphi

Traduttore: 

Chiara Passani Tina Montone Ada Vigliani

Anno: 

2013

Arrabbiarsi ed essere scontenti non è produttivo; soffrire davvero per qualcosa è produttivo, e precisamente perché nella scontentezza, nell'arrabbiarsi c'è una passività attiva, mentre nella vera sofferenza c'è un'attività passiva. La passività attiva della scontentezza consiste nella resistenza, nella rivolta con cui ci opponiamo a qualcosa di irrevocabile, per cui le restanti energie della persona si paralizzano. L'attività passiva nel caso della vera sofferenza consiste nel nostro accettare e sopportare qualcosa di irrevocabile, e proprio così si liberano nuove forze

Ritratto di Staff
Ciao Emma, sei nella finale di gennaio, 10righe scelte da Voi utenti.
Ritratto di Emma
Etty Hillesum nasce a Mittelburg Paesi Bassi il 15 gennaio 1914