Il giro del mondo in bicicletta

Il giro del mondo in bicicletta
Il giro del mondo in bicicletta
2011

Incipit

La mattina del 13 gennaio 1895, una folla trepidante, resa euforica dall’aspettativa, fiancheggiava le strade di Marsiglia per assistere all’arrivo di una giovane, coraggiosa americana di poco più di vent’anni. Mentre la ciclista, minuta e con i capelli scuri, faceva il suo ingresso in città pedalando con una sola gamba – l’altro piede era avvolto nelle bende e adagiato sul manubrio – la bandiera a stelle e strisce sventolava nella brezza da un sostegno improvvisato sul telaio della sua bici.
Si levò un grido di gioia e la gente si sbracciò e urlò al suo passaggio. Vestita con un completo da corsa maschile, e in sella a una bicicletta da uomo, era accompagnata da diversi. ciclisti marsigliesi che avevano pedalato con lei dal villaggio di Saint Louis. Il gruppo proseguì fino alla Brasserie Noailles, dove il circolo di ciclismo locale, il Cyclophile Marseille, diede un pranzo di gala in suo onore. Reduce da festeggiamenti di diverse settimane a Parigi, questa giovane aveva affrontato le intemperie, i rigori dell’inverno e la neve per raggiungere la costa meridionale della Francia.
Annie Londonderry era già famosa quando arrivò a Marsiglia. La stampa francese aveva scritto di lei profusamente sin  dal suo arrivo nel paese, al porto settentrionale di Le Havre, il 3 dicembre 1894. [...] Prime 33 pagine del libro

ISBN 978-88-6192-204-4

Primi capitoli del libro di

Peter ZheutlinIl giro del mondo in bicicletta, traduzione di Veronica La Peccerella, Elliot Edizioni, febbraio 2011

dal 13/03/2011