L'uomo che superò i confini del mondo

L'uomo che superò i confini del mondo
L'uomo che superò i confini del mondo
2010

Incipit

Premessa
L’AMERICA fu scoperta da Cristoforo Colombo il 12 ottobre 1492. Da quella data, che cambiò il mondo, avrebbe inizio, per convenzione condivisa, l’era moderna. Il marinaio di poveri natali, generalmente considerato genovese, era partito da Palos il 3 agosto dello stesso anno. Grazie all’aiuto e ai finanziamenti concessi dai re di Spagna, Ferdinando d’Aragona e Isabella di Castiglia. Colombo era finalmente riuscito a convincerli a varare la sua impresa, dopo lunghi anni di insistenze. Nel primo viaggio Colombo salpò con due caravelle, la Niña e la Pinta, oltre alla nave Santa Maria, con le quali attraversò l’Atlantico, in poco più di un mese. [...]
Questa è la storia che viene tramandata da oltre cinquecento anni. Ma i fatti non andarono così. La storia fu cambiata. È giunto il momento di rovesciarla come un’antica clessidra, lo strumento che segnava il tempo per i naviganti. Perché le vicende della «scoperta dell’America» e del genio di Colombo sono completamente da riscrivere. [...] prime 48 pagine del libro.
ISBN 978-88-200-4912-6
Vincitore del Premio internazionale di letteratura "La cultura del mare", 2010
recensione  (Aaronn, Il Cannocchiale) - sito dell'autore (Ruggero Marino)
 

Primi capitoli del libro di

Ruggero Marino, L'uomo che superò i confini del mondo, Sperling & Kupfer, 10 maggio 2010

dal 27/09/2010