La mia lotta

La mia lotta
La mia lotta
2010

Incipit

PER IL CUORE LA VITA E ` SEMPLICE: batte finche´ puo`. Poi si ferma. Prima o poi, un giorno o l’altro, quel movimento pulsante si arresta da solo e il sangue inizia a scorrere verso i punti piu` bassi del corpo, dove si accumula in un piccolo ristagno, visibile dall’esterno come una chiazza scura e molle sulla pelle sempre piu` bianca; intanto la temperatura scende, gli arti si irrigidiscono e i visceri si svuotano. I mutamenti di queste prime ore avvengono cosı` lentamente e vanno avanti con una tale sicurezza da avere in se´ un che di rituale, come se la vita capitolasse secondo determinate regole, una specie di gentlemen’s agreement, a cui si conformano anche i rappresentanti della morte, mentre aspettano che la vita si sia ritirata, prima di cominciare l’invasione del nuovo territorio. Da quel momento, pero`, non si torna indietro. Nessuno puo` fermare gli enormi sciami di batteri che cominciano a diffondersi all’interno del corpo. [...] primo capitolo del libro

In copertina olio su tavola di Silvia Idili

Titolo dell’originale: Min Kamp

Intervista all'autore (You Tube)
 

Primi capitoli del libro di

Karl Ove Knausgard, La mia lotta, traduzione di Lisa Raspanti, Ponte alle Grazie, 21 ottobre 2010

dal 28/10/2010