Gente di Dublino
 

Gente di Dublino

Autore: 

James Joyce

Editore: 

Oscar mondadori

Anno: 

1987

Traduttore: 

Attilio Brilli

Numero Pagina: 

152

Mrs Kernan s'affacciò alla porta della camera annunciando:
"C'è una visita per te ."
"E chi è?"
"Mrs.Fogarty."
"Oh fallo entrare ,fallo entrare!"
Un volto pallido, ovale, si fece avanti alla luce.
L'arco dei baffetti chiari e spioventi echegggiava quello delle sopracciglia bionde e stondate sugli occhi piacevolmente sorpresi.
Fogarty era un piccolo droghiere.
Gli era andata male quando aveva aperto in centro un osteria, perché le ristrettezze finanziarie l'avevano costretto a legarsi con birrai e distillatori di second'ordine.
Allora aveva aperto una botteguccia in Glasnevin Road, dove riteneva ,con una certa civetteria, di potersi ingraziare le massaie della zona. Si comportava infatti a modino, faceva i complimenti ai bambini e parlava con proprietà. Inoltre non era digiuno di cultura.

Ritratto di Natalina
D'accordo,grazie a tutti /e ,naty
Ritratto di Staff
Natalina sei finalista nella classifica segnalibri per il mese di marzo. Lunedì prossimo dovrai scegliere un finalista tra i lettori che postano questa settimana da lunedì a domenica. : )