Suttree
 

Suttree

Autore: 

Cormac McCarthy

Editore: 

Edizioni Mondolibri su licenza Einaudi

Anno: 

1979

Traduttore: 

Maurizia Balmelli

Numero Pagina: 

491

Nell'affanno dell'orgasmo - diceva lei, e ripeteva - si sentiva sommergere da un caldo mare verde attraverso il quale, offuscati dall'oscurità che vi regnava, passavano una serie di piccoli soli, come riflettori di un palco girevole, carosello elettrico che vorticava in un etere verde. Il colore dell'invidia è quello del suo piacere, e quale il colore del dolore? È davvero il nero come dicono? E la rabbia è sempre rossa? Blu è il colore di quella triste sfumatura di noia chiamata depressione, ma non il blu del cielo o del mare, un blu più amaro, intriso di rimpianto, che scolorisce ai bordi. Il mezzogiorno di un cieco è bianco, e la sua mezzanotte pure? E se lo sente sulla pelle come un pesce? Vede tutto rosa anche dov'è nero? E il giallo, colore del sole e dell'urina, se lo ricorda? Colori neurali come le fugaci tinte dei sogni. Il colore di questa vita è acqua.