Tutto ciò che è solido svanisce nell'aria
 

Tutto ciò che è solido svanisce nell'aria

Autore: 

Marshall Berman

Editore: 

Il Mulino

Anno: 

2012

Traduttore: 

Valeria Lalli

Numero Pagina: 

60

Nelle sue prime incarnazioni, Faust vendeva la propria anima in cambio di determinati beni terreni, chiaramente individuati e universalmente ambiti: denaro, sesso, potere sugli altri, fama e gloria. Il Faust di Goethe confessa invece a Mefistofele che desidera, sì, queste cose, ma non è ad esse in quanto tali che egli realmente aspira. Ciò che questo Faust desidera per sé è piuttosto un processo dinamico capace di inglobare tutti gli aspetti dell'esperienza umana, la gioia non meno della disperazione e di assimilarli, nessuno escluso, nell'espansione illimitata del suo io. Dunque, anche la distruzione dell'io costituirà parte integrante della sua evoluzione.

Ritratto di Flavia De Lioncourt

Grazie!

Ritratto di Staff

Ciao Flavia, le tue 10 righe sono state scelte da Voi utenti. Sei nella classifica finale del mese di giugno.