alessandro-sesto-moby-dick-e-altri-racconti-brevi.png
 

Moby Dick e altri racconti brevi

Autore: 

Alessandro Sesto

Editore: 

Gorilla Sapiens Edizioni

Anno: 

2013

Traduttore: 

Numero Pagina: 

49

Tra gli innumerevoli vantaggi che gli Antichi avevano su di noi, afferma Leopardi nello Zibaldone, vi era quello di non conoscere la loro età, e di non poter sapere quindi quanto tempo li separasse dalla fine della giovinezza, dalla vecchiaia e dalla morte.
Leggendo assiduamente l'opera del grande di Recanati, ogni giorno maledico di non essere un Antico anche io. In mancanza di ciò poi, se non altro fossi vissuto prima di Facebook avrei potuto ignorare non dico l'età, ma almeno il mese e il giorno di nascita dei miei conoscenti. [...] E ancora peggio, tutti sanno del mio compleanno, e invece di aiutarmi a dimenticare me lo ricordano tormentandomi con pretese di festeggiamenti e altre simili cose. [...]
Tutt'altra cosa la vita degli Antichi. [continua]

Ritratto di Oliva

Purtroppo Gorilla Sapiens chiude e, pur di evitare il macero, svende i libri al 50%. Se qualcuno volesse acquistarli, pubblico il link della pagina: www.gorillasapiensedizioni.com/blog/gorilla-sapiens-goodbye

Ritratto di Oliva

[continua da sopra] Riflettendo sul citato passo del Leopardi, ogni tanto mi figuro il caso della morte per vecchiaia di un uomo del passato, nello stupore assoluto dei parenti e degli amici che ne ignoravano l'età precisa, e quindi, come afferma il Poeta, non potevano certo aspettarsi nulla del genere. Che gli sarà successo, si chiedevano. Prima i suoi genitori, poi suo fratello grande e ora lui. Il mistero si infittisce.