Non vedo, non sento, non parlo. Autismo infantile
 

Non vedo, non sento, non parlo. Autismo infantile

Autore: 

Michele Zappella

Editore: 

Arnoldo Mondadore Editore

Anno: 

1984

Mentre lavoravo con i signori Vinci mi apparve compiutamente chiaro che l'elemento centrale della proposta che avevo fatto loro era che il genitore si prendesse carico delle tristezze, dei dolori del figlio, accettasse di condividerli al punto di evocarli spontaneamente per poi intervenire nei momenti di difficoltà più evidenti. Mi...

La casa in collina
 

La casa in collina

Autore: 

Cesare Pavese

Editore: 

Einaudi

"Il finimondo sempre atteso era arrivato. Era chiaro che Torino tranquilla in distanza, la solitudine nei boschi, il frutteto, non avevano più senso. Eppure tutto continuava. Sorgeva il mattino, calava la sera, maturava la frutta. M'aveva preso una speranza, una curiosità affannosa: sopravvivere al crollo, fare in tempo a conoscere...

Due
 

Due

Autore: 

Irène Némirosvky

Editore: 

Adelphi

Traduttore: 

Laura Frausin Guarino

Anno: 

2012

Spesso l'amore non è che il ricordo di un istante di amore.

Due
 

Due

Autore: 

Irène Némirosvky

Editore: 

Adelphi

Traduttore: 

Laura Frausin Guarino

Anno: 

2013

"Ti senti depravata, tu, Marianne?".
"No. Cerco solo la felicità".
"Ah sì!... Quel bisogno disperato di felicità... Credi che più tardi si affievolisca, che possa sparire del tutto?".
"Non lo so. Me lo auguro".

Ritratto di 10 righe dai libri

Bentornata Rossella Smile

Ritratto di roriette

Mancavo da un po'... ma eccomi!!!

Pakistan Graffiti
 

Pakistan Graffiti

Autore: 

Shandana Minhas

Editore: 

La Linea

Traduttore: 

Valentina Ballardini

Anno: 

2012

Gli altri animali sono abbastanza civilizzati da optare per l'eliminazione dei deboli, dei vecchi e degli infermi. A noi piace lasciarli soffrire per poterci sentire meglio con noi stessi.

Pakistan Graffiti
 

Pakistan Graffiti

Autore: 

Shandana Minhas

Editore: 

Edizioni La Linea Bologna

Traduttore: 

Valentina Ballardini

Anno: 

2012

Il Do Talwar. Il Ten Talwar. Tutti monumenti a torre. Simboli fallici agghindati a monumenti pubblici, tributi in calcestruzzo e metallo all'ideale di un'erezione permanente cui gran parte dei nostri uomini pareva votata. Se avessi pregato, dopotutto, avrei pregato per la fine di questo culto di futili ambizioni maschili.
...

Ritratto di roriette

In diretta dal mio comodino, mentre sto per avviarmi a letto con questo bel libro donatomi dalla casa editrice La Linea (che ringrazio, insieme alla redaz di 10 righe come sempre!), auguro una buonanotte di letture e bei sogni a tutti voi Smile

Le anime morte
 

Le anime morte

Autore: 

Nicolaj Gogol

Editore: 

La Biblioteca di Repubblica

Traduttore: 

Nicoletta Marcialis

Anno: 

2009

Di buono ha che è evidentemente appena uscita da un qualche educandato o collegio, che in lei non c'è ancora nulla, come si dice,di donnesco, cioè proprio di quello che nelle femmine è sommamente sgradevole. Adesso è come un bambino, tutta semplicità: dice quello che le viene in mente, ride...

Le anime morte
 

Le anime morte

Autore: 

Nikolaj Gogol

Editore: 

La Biblioteca di Repubblica

Traduttore: 

Nicoletta Marcialis

Anno: 

2009

Nel cortile di un albergo di N., capoluogo dell'omonimo governatorato, fece il suo ingresso una carrozza leggera, piuttosto bella, ben molleggiata, da scapolo, di quelle che usano i tenenti colonnelli a riposo, i capitani in seconda, i proprietari di non più di cento anime e insomma, per farla breve, i...

Tutto questo mi appartiene
 

Tutto questo mi appartiene

Autore: 

Petra Hulovà

Editore: 

La Tartaruga

Traduttore: 

Laura Angeloni

Anno: 

2012

Nonostante mi aspettassero ancora tre anni di scuola, fosse stato per me avrei tranquillamente messo subito il mio deel delle feste in valigia, insieme a un po' di carne secca, e sarei partita il giorno stesso. Sarceceg però disse:"Surguulijg togsoch jostoj", e non mi rimase che aspettare tre anni.
...

Il filo di mezzogiorno
 

Il filo di mezzogiorno

Autore: 

Goliarda Sapienza

Editore: 

La Tartaruga

Anno: 

2003

Non ebbi più freddo, e da lui seppi che la carne ha sapore di pane caldo appena sfornato, che la saliva disseta, le lagrime nutrono col loro sale.. il sale..senza il sale il corpo muore, dalle sue mani seppi che le mie braccia avevano forza, la mia pelle era terra...